La legge della compensazione, indica una piccola e facile strategie utile a chiunque voglia mantenersi in forma senza dover rinunciare alle occasioni sociali quotidiane.

Infatti molto spesso le occasioni di uscite sociali sono abbinate al buon cibo ed è quindi facile mangiare più del previsto e cibi anche un pò più calorici della norma. Molto spesso chi sta seguendo una dieta per perdere peso o chi vuole mantenersi in forma evita molte occasioni di incontro siociale con amici o parenti per paura di rovinare i sacrifici fatti e cedere alle tentazioni culinari che si presenterebbero.  Altri ancora vivono le occasioni di uscita con amici, ma cercando di trattenersi dalle tentazioni culinarie, con enorme sacrificio e fatica. Vivere una serata a cena in compagnia di amici, ma non poter mangiare quello che si vuole, non è il massimo del piacere.

Invece è molto importante per il benessere psicologico di una persona sapersi godere i momenti di relax e divertimento il più possibile, anche dal punto del gusto alimentare. In questa direzione viene in aiuto la“strategia della compensazione”, ovvero non dire mai no alle occasioni sociali in cui il cibo è parte del divertimento, ma godersele appieno al 100%, ma compensare al pasto prima dell’occasione mangiando un piatto soft. Ovvero, se ad esempio so che questa sera ho una cena al ristorante, per pranzo invece di quello che cucinerei abitualmente, un piatto di pasta, preparo un piatto un leggero, ad esempio una macedonia di frutta o un pò di bresaola e rucola senza pane, ecc…

Questa semplice strategia mi permette di continuare a perdere peso se sto seguendo una dieta o mantenere il peso se sono già in peso forma senza grossi sacrifici.

Si può compensare l’occasione culinaria gradevole anche dopo averla vissuta, ma il mio consiglio è di compensare prima dell’occasione sociale in quanto è più semplice per due motivi: il primo perchè mangiare poco è più facile farlo se so che di lì a poco mi gusterò cibi golosi e in compagnia, il secondo perchè quando mangiamo un pò di più del solito generalmente nel pasto successivo abbiamo più fame perchè il nostro cervello ha una fervida memoria, e quindi compensare dopo è un pò più difficile.

La legge della compensazione è valida ed utile anche epr i periodi di vacanze, sia a casa che fuori città. Insieme alle vancanze c’è anche il buon cibo, e anche in questo caso è importante vivere quei momenti nel divertimento assoluto. Il consiglio è: duo o tre giorni prima delle vacanze reralizzare pranzi e cene solo di cibi leggeri, niente carboidrati e dolci, poi si parte per le vacanze e ci si diverte, al rientro ancora due o tre giorni con cibi leggeri sia a pranzo che cena, e poi si riprendono le abitudini alimentari quotidiane usuali.

Il cibo è un piacere a cui non dobbiamo rinunciare, ma semplicemente imparare a gestire.

Buon divertimento a tutti!

Dott. Elisa Lucchi
psicologa e psicoterapeuta
team chirurgia e cura dell’obesità

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *